Recensione Xiaomi Hybrid Dual Drivers

Siete alla ricerca di un paio di auricolari abbastanza economici, con un ottimo suono e un buon isolamento? Scopriamo insieme le Xiaomi Hybrid Dual Drivers, auricolari in-ear dell’omonima casa cinese.

Cuffie Xiaomi Hybrud Dual Drivers

Packaging

Partiamo dal packaging. La confezione è piuttosto basica, come per ogni auricolare in questa fascia di prezzo. Le cuffie si presentano in una confezione bianca in cui sono queste sono rappresentate. Al suo interno troviamo, oltre alle cuffie, dei gommini di grandezza differente (tre paia in tutto) per fare in modo che si adattino al meglio al nostro orecchio, fondamentale per delle cuffie in-ear.

Design e costruzione

Le cuffie presentano il solito jack da 3.5mm, un cavo telato che va dall’attacco jack fino al punto di sdoppiamento degli auricolari e prosegue con un cavo gommato. Sul lato destro abbiamo tre tasti per controllare lo smartphone sul lato destro con un microfono per le chiamate. Due tasti permettono di alzare/abbassare il volume, mentre il tasto centrale permette di mettere in pausa e in play la traccia che stiamo ascoltando e, con un doppio click, di mandare avanti alla prossima traccia.

Immagine auricolari Xiaomi Hybrid Dual Drivers
Auricolari Xiaomi Hybrid Dual Drivers

La forma degli auricolari è classica, la cassa è di colore argento con gommini neri. I due auricolari sono costruiti per entrare solo dal lato giusto (destro/sinistro), non permettendoci di invertirli per sbaglio.

Le cuffie, dato l’utilizzo che ne ne faccio (almeno due ore di ascolto al giorno) si sono rivelate piuttosto resistenti e, dopo un anno di utilizzo, sono ancora perfettamente funzionanti (non scontato per degli auricolari).

Comfort e isolamento

Come per ogni cuffia in-ear (e per ogni cuffia in generale) la comodità è molto soggettiva e dipende da persona a persona. Personalmente trovo le cuffie in-ear molto comode, in quanto, se fornite con gommini della misura giusta, non si muovono dal canale uditivo e permettono un ottimo isolamento.

Fortunatamente queste Xiaomi Hybrid hanno in dotazione dei gommini della misura giusta per me. Tuttavia per chi non sopporta gli auricolari in-ear, queste non saranno differenti dalle altre cuffie di questo tipo presenti sul mercato.

Per quanto riguarda l’isolamento, questo è ottimo. Le cuffie, grazie al loro form factor, riescono a bloccare gran parte del rumore esterno. Anche tutto questo è fortemente relativo e dipende da come queste vengono posizionate nel canale uditivo, se non troveremo dei gommini adatti a noi, non isoleranno e ne risentirà anche il suono.

Suono

Parliamo appunto del suono. Questo fattore è a mio avviso il loro punto vincente, data la fascia di prezzo (acquistate a 20 euro). Il suono è molto pieno e improntato alle basse frequenze, ma questo non sacrifica affatto le medie e le alte frequenze. I medi sono un po’ arretrati e gli alti abbastanza buoni (se pur con un dettaglio non elevatissimo). Insomma, se cercate degli auricolari V-shaped, questi fanno per voi. Dal punto di vista sonoro, per questa fascia di prezzo, sono tra i migliori auricolari da me provati.

Conclusioni

Le Xiaomi Hybrid Dual Drivers si sono rivelate per me un’ottima sopresa, sono in grado di offrire un ottimo suono e isolamento per il costo a cui vengono proposte, a patto di riuscire a trovare dei gommini adatti a noi. Una menzione speciale per la loro resistenza, dopo un anno di utilizzo sono ancora perfettamente funzionanti. Le raccomando per il basso prezzo a cui vengono proposte.

Se volete acquistare queste cuffie, le potete trovare qui.

Se siete invece indecisi su quale tipologia di cuffia fa per voi, vi rimando a questa guida per scegliere quella che fa più al caso vostro.